venerdì 20 luglio 2012

Sfiorato un ottimo risultato dai due aurassini Santangelo/Perrella


Santangelo e Perrella sulla tavola
Santangelo nella frazione di nuoto
A Cervia, nei pressi di Ravenna, sul mare adriatico, si sono svolti i Campionati Italiani Assoluti di Salvamento. Questa è la manifestazione più importante dell'anno e partecipano solo le squadre che si sono qualificate ai campionati italiani di categoria. In questi campionati italiani il miglio risultato raggiunto è l'ottavo posto nella staffetta salvataggio tavola composta da Perrella e Santangelo, un risultato sorprendente, senza considerare che i due aurassini potevano fare molto meglio.In questa gara il primo staffettista, parte da 10 metri da riva, e nuota verso la propria boa, che si trova a 200 metri dal punto in cui l’acqua arriva alle ginocchia. Quando arriva alla boa, alza la mano, e dà il segnale di partenza al secondo staffettista che parte da riva con la tavola per raggiungere la boa ed il primo staffettista, salta sulla tavola del compagno di squadra; insieme i due compagni  muovono le braccia e devono cercare di tornare a riva il prima possibile. Le condizioni del mare non erano difficilissime, c’era un po’ d’onda, e il fondale basso e imprevedibile, ha messo a dura prova gli atleti provenienti da tutta Italia. Nella staffetta, alle eliminatorie i primi due (1° e 2°)si qualificavano per la finale A (Primi 8), mentre i secondi due (3° e 4°) per la finale B(Secondi 8, che completano la classifica dei primi 16 che vanno a punti, valevoli per la classifica di società). Per i due isolani, capitati in una batteria tutt’altro che facile, sembrava un impresa qualificarsi per la Finale B e la finale A era solo un sogno. Il primo staffettista dell’Auras è stato Stani Santangelo ’96, mentre il secondo Filippo Perrella ’91. Stani è partito subito al massimo ed ha cercato di arrivare il prima possibile, ed a differenza degli scorsi anni, il giovane aurassino, nella parte di nuoto, è riuscito a stare nel gruppo di testa, insieme ad avversari di altissimo livello. Appena Stani ha alzato la mano, è partito a grande velocità Filippo, che in pochi secondi ha raggiunto il compagno di squadra, recuperando il piccolo divario con le società più forti. I due isolani sono saliti subito sulla tavola e dopo poche bracciate, si sono portati in testa al gruppo. A pochi metri dall’arrivo, Filippo e Stani non sono riusciti ad intendersi, sono caduti, ed hanno perso tempo nella corsa finale, facendosi passare all’arrivo, con grande delusione, dal CN Posillipo e dallo Swimming Club Alessandria. Giustamente, su tutte le furie è andato il dt Carlo Picconi, che si è visto sfuggire una finale A,  in mano ai due aurassini, giunti alla fine terzi e quindi qualificati per la Finale B. Nonostante il rammarico la coppia Santangelo-Perrella, non si è data vinta, e sebbene il livello della Finale B non fosse basso, puntavano a vincere la gara, consapevoli delle loro capacità. Nella finale, dopo la boa, saliti entrambi sulla tavola, Filippo e Stani erano sul quarto posto, ma grazie ad un recupero pazzesco sono riusciti a guadagnare l’impossibile e con grande facilità hanno vinto la Finale B, mettendo dietro squadre dal calibro altissimo, tra cui: i Vigili del Fuoco Torino e le Rane Rosse, società Campione del Mondo. Finita la gara e osservata la finale A, Perrella e Santangelo, si sono resi conto di poter lottare per le primissime posizioni, ad un campionato italiano assoluto. Poiché una società è stata squalificata la staffetta dell’Auras è giunta in ottava posizione. Nonostante gli errori i due aurassini hanno conquistato tantissimi punti, utili per la classifica finale di società.


Perrella e Santangelo all'arrivo in Finale B

Perrella e Santangelo prima della gara


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...