martedì 21 maggio 2013

Resoconto del Trofeo "Isola d'Ischia"

Per l’ottavo anno consecutivo, sabato 11 e domenica 12 maggio ad Ischia, si son tenute cinque manifestazioni di nuoto per salvamento organizzate dall Auras in collaborazione con il CRC della Fin, e con il patrocinio dei comuni di Ischia e Forio, dell' istituto di istruzione superiore “Cristofaro Mennella”, dello CSEN, e del parco Negombo. Queste le cinque manifestazioni che si sono volte nei due giorni di gare presso la piscina comunale e presso la baia di San Montano: Campionati Regionali Assoluti, Trofeo Oceanski, Trofeo Nazionale Assoluto, Rescue Nazionale Master e Memorial “Nello Picconi”.
L'Auras va benissimo in tutte le manifestazioni , al Trofeo Nazionale conquista il secondo posto dietro al Posillipo, al Rescue Nazionale Master quarta ad un passo dal podio mentre il memorial “Nello Picconi” combinata di gare master e agonisti è stato vinto dagli aurassini. Grandissima è stata la soddisfazione del tecnico Carlo Picconi e degli atleti isolani (ischitani e procidani) per la vittoria del Memorial. Le gare sono iniziate sabato mattina presso la piscina comunale di Ischia “F Ferrandino”, in occasione dei Campionati Regionali Assoluti e del Rescue Nazionale Master. Il cronometraggio era del tipo semiautomatico e grazie ai display posti in piscina è stato possibile conoscere i tempi dei ragazzi in diretta. Finite le gare in piscina circa 200 persone, tra atleti accompagnatori e tecnici si sono trasferiti al Negombo per le prove oceaniche. Quest'anno la baia del Negombo era veramente spettacolare e sicuramente dal punto di vista scenografico è una delle spiagge più belle d'Italia in grado di ospitare una manifestazione cosi importante. Inoltre il sole, il vento e le onde stile Hawaii hanno reso le gare più belle, interessanti ed imprevedibili. Nella baia di san montano sono state montate ben 14 boe, 9 per le staffette, 2 per il frangente, e 3 per la tavola e canoa; nonostante le difficili condizioni meteomarine il campo gara ha resistito alla perfezione e il gommone del'Auras é stato utilissimo per la giuria e per l'assistenza agli atleti.
Nelle gare oceaniche l’Auras è fortissima, stravince la gara con canoa nei maschi (Perrella, Fiorillo, Penniello, Vuolo e Santangelo) e conquista due triplette nella tavola maschi (Penniello, Santangelo e Perrella) e nella canoa Femmine (Iacono, Mosca e Lambitelli). Da evidenziare anche la vittoria di Perrella e Santangelo nella staffetta salvataggio tavola, già finalisti italiani assoluti nella specialità, e il bronzo di Vuolo nella gara Bandierine.Sul campo gara erano presenti il presidente della FIN salvamento (federazione italiana nuoto) Vincenzo Vittorioso e il consigliere regionale campano della FIN Alfonso Abate, entrambi sorpresi dall’organizzazione e dalla meravigliosa isola. Bisogna complimentarsi anche con i ragazzi del nautico che nei due giorni di gare hanno lavorato duramente sia in piscina che a mare per la buon riuscita del trofeo. Fondamentali nell'organizzazione e nel montaggio del campo gara anche i ragazzi dell'Auras, sempre pronti a dare una mano tra una gara e l'altra. Adesso uno dei prossimi obiettivi dell’Auras è quello di diventare un centro didattico nazionale per le gare oceaniche nel salvamento. Le gare non finiscono qui e questo finesettimana la squadra dell’Auras si trasferirà a Viareggio per i Campionati Italiani di Categoria.


Il presidente Vincenzo Vittorioso insieme a Carlo Picconi e Alfonso Abate

Filippo Perrella

Giuseppe Vuolo nella staffetta torpedo

Perrella e Santangelo nella salvataggio tavola

preparazione della gara frangente

lunedì 13 maggio 2013

Auras,auras e ancora auras la squadra isolana stradomina il trofeo nazionale

L'Auras seconda al trofeo nazionale assoluta e prima al Memorial "Nello Picconi"

Sabato 11 e domenica 12 maggio per l’ottavo anno consecutivo ad Ischia, nella splendida location del Negombo, baia di San Montano, si è tenuto il Trofeo Nazionale di salvamento “Isola d’Ischia” organizzato dall’Auras Ischia con la collabroazione del Comitato regionale Campania della FIN e con il patrocinio dei comuni di Ischia, Forio, del Istituto di Istruzione superiore “Cristofaro Mennella”, del parco Negombo e del comitato provinciale dello CSEN. Quest’anno le manifestazioni erano ben cinque: Trofeo Nazionale Assoluto, Rescue Nazionale Master, Trofeo Oceanski, Campionati Regionali Assoluti e Memorial “Nello Picconi”.
Al trofeo Nazionale l’Auras ha preso parte con una squadra non solo numerosa ma anche fortissima, forse la più forte di sempre. Non sono mancate le medaglie da parte degli isolani che a fine trofeo hanno portato a casa ben 12 medaglie di cui ben 6 del metallo più prezioso.
In questi due giorni di gare la baia di San Montano è stata resa ancor più spettacolare dal bel tempo e dalla presenza di onde e vento che hanno reso le gare più interessanti ed imprevedibili.
Nella gara con tavola non c’è storia, i quattro aurassini Giuseppe Vuolo, Giuseppe Penniello, Stani Santangelo e Filippo Perrella si qualificano abbondantemente per la finale.
In finale non sono mancate le sorprese e i tre aurassini, favoriti per la vittoria, Penniello, Santangelo e Perrella, decidono di spendere meno energie possibili, in vista delle staffette di dopo, mettendosi d’accordo su come gestire la gara. Sin dall’inizio hanno preso il controllo delle prime tre posizioni e arrivati a terra, hanno tagliato insieme il traguardo, quindi tripletta e primo posto assoluto ex aequo per i tre aurassini
Anche nella prova femminile,le atlete dell’auras si sono fatte valere, 10 posto per Sara Iacono che nonostante un stop dagli allenamenti,si conferma una avversaria temibile per chi aspira a ottimi risultati. Ottime anche le prove di Lambitelli Alexandra e Arianna Mosca che nonostante un solo mese di allenamenti con la tavola fanno ben sperare per i campionati italiani della prossima settimana.
Poco dopo si è svolta la staffetta salvataggio Tavola, composta da due frazionisti, uno che nuota fino ad una boa posta a 120 metri, e l’altro il soccorritore che con una tavola lo raggiunge, fa salire il primo staffettista e insieme tornano a terra. Sicuramente questa è una delle gare più belle nel salvamento. I due staffettisti dell’Auras erano Santangelo e Perrella, già finalisti italiani in questa specialità. Santangelo nella frazione di nuoto va benissimo e arriva alla boa con pochissimi secondi di ritardo dal Centro Ester e dal CN Posillipo, mentre Perrella sulla tavola subito inizia a recuperare i pochi secondi persi e arrivato alla boa, Santangelo sale sulla tavola in pochissimo tempo e i due nel ritorno superano senza alcun problema le due squadre che le precedevano nella fase iniziale della staffetta.
Dopo breve tempo è partita anche la staffetta torpedo, qui Santangelo era di nuovo il primo frazionista e nonostante le fatiche della gara appena terminata ha deciso di dare comunque il massimo, e con uno sprint spettacolare è stato il primo ad arrivare alla boa. Purtroppo il resto degli Aurassini Vuolo, Buono e Penniello non sono riusciti a mantenere il vantaggio e alla fine i quattro aurassini sono arrivati ad un passo dal podio
L’ultima gara è quella con canoa, qui dominio assoluto Auras, con la tripletta nelle femmine (1° Iacono Sara, 2° Mosca Arianna e 3° Lambitelli Alexandra), mentre nei maschi la gara con canoa viene vinta per la quarta volta su sei edizioni del trofeo, da Filippo Perrella, davanti ai suoi compagni di squadra Fiorillo, Penniello, Vuolo e Santangelo.
Nella gara con bandierine, gli aurassini non si fermano, e con Vuolo conquistano un’altra medaglia utile per la classifica di società; il giovane aurassino è arrivato terzo dietro a due mostri della specialità. Ottimo anche il risultato di Buono e Santangelo, rispettivamente 6° e 10°. per quanto riguarda le ragazze 14° Iacono e 10° Lambitelli.
In queste gare l’Auras ha dimostrato di esser fortissima nelle gare oceaniche, infatti non è per niente facile dominare 4 podi ad un trofeo nazionale assoluto.
Per quanto riguarda la gara nel frangente,prova che prevede circa 400 metri in mare contro onde,corrente e scontri tra bracciate, i i nostri aurassini si sono fatti valere e nonostante atleti molto più possenti fisicamente,Buono Gianluigi si classifica a metà classifica mentre Santangelo conquista un 12 posto,a conferma del miglioramento anche nel nuoto.
Da sottolineare anche la presenza nella squadra isolana di due procidani, Nicola Consalvo e Michele Scotto di Minico, entrambi sono entrati in squadra poco più di due mesi fa, e nonostante le difficoltà nel muoversi hanno preso parte a quasi tutti gli allenamenti, migliorando tantissimo nella varie specialità sia in piscina che a mare.
Alla fine l’Auras arriva seconda nella classifica per società, a pochissimi punti dal fortissimo CN Posillipo.Quest’anno è stato introdotto anche il Memorial “Nello Picconi”, trofeo che comprende sia le gare master che agonistiche. Con il secondo posto degli agonisti e con il quarto posto dei master, l’Auras ha vinto senza storia il Memorial, dimostrando di esser la miglior società unificando tutte le categorie. Tantissimi sono i complimenti ricevuti da Carlo Picconi, dt e presidente dell’Auras, per la buon riuscita del trofeo e per i risultati dei ragazzi isolani. Adesso le prossime gare sono domenica prossima ad Ischia presso la piscina comunale e presso la spiaggia di San Pietro, in occasione dei Campionati Regionali di salvamento, mentre la domenica successiva la squadra si trasferirà a Viareggio per prender parte ai campionati italiani di categoria. Presto altri articoli sui master, sui campionati regionali e sulla manifestazione in generale.
Perrella e Santangelo primi nella salvataggio tavola
Vuolo terzo a bandierine



Perrella Santangelo e Penniello all'arrivo nella gara con tavola

Lambitelli, Iacono e Mosca
Santangelo sulla canoa


L'Auras di Carlo Picconi vince il Memorial


Oro ex aequo Gara con Tavola Perrella Penniello e Santangelo

lunedì 6 maggio 2013

UN’ISOLA PER I LIFEGUARD


UN’ISOLA PER I LIFEGUARD
L’11 ed il 12 maggio ottavo appuntamento per il Trofeo Nazionale di Salvamento

Il Nuoto per Salvamento è un’attività nata a fine Ottocento, inizialmente solo a scopo didattico e sociale.
Il fine era quello di promuovere le tecniche di salvataggio in acqua, che si tratti di piscina, acque interne o mare. Sotto l’organizzazione della FISAL (Federazione Italiana di Salvamento) prima e della FIN (Federazione Italiana Nuoto) poi, all’attività dimostrativa si è affiancata con il tempo anche quella agonistica, che ha avuto negli anni un ruolo sempre più preponderante.
E così oggi abbiamo i Campionati Italiani di Salvamento, quelli Europei e quelli Mondiali. L’Italia è tra le nazioni più competitive al mondo in questo sport. Nelle gare in piscina, gli atleti italiani sono da anni i più temibili, mentre nelle competizioni a mare sentiamo ancora la superiorità di australiani, neozelandesi, francesi e inglesi.
Dal 2006, anche l’isola di Ischia ha un suo ruolo nel Salvamento italiano, con l’organizzazione di una manifestazione nazionale, che con il tempo si è allargata, sia in termini di atleti partecipanti, sia in termini di prestigio, sia in termini di numero di eventi.
Anche quest’anno si attende un’edizione da record. Grazie al patrocinio dei comuni di Ischia e Forio, all’organizzazione dell’Auras Ischia, nella persona di Carlo Picconi, ed all’ospitalità del Duca Fulceri Camerini nel suo stabilimento “Negombo” e della Piscina Comunale di Ischia, l’11 ed il 12 maggio si terranno le seguenti manifestazioni:
·         Rescue Nazionale Master – campionato italiano destinato agli atleti over 25
·         Trofeo Nazionale Isola d’Ischia – manifestazione a carattere nazionale per gli agonisti
·         Campionato Regionale di Salvamento Assoluto e di Categoria
·         Memorial “Nello Picconi” – una combinata tra gare agonisti e gare over 25
Le iscrizioni sono in fase di ultimazione, ma da qualche indiscrezione già possiamo dare per certa la partecipazione di Francesco Felaco, atleta del CN Posillipo, reduce da un bronzo ai Campionati Italiani.
Già stilato invece il programma gare, che prevede le seguenti prove. In piscina:
·         Trasporto del Manichino, dove il concorrente recupera un manichino e lo porta in salvo
·         Trasporto del Manichino con Pinne, dove il concorrente si avvale appunto delle pinne
·         Traino del Manichino, dove il manichino è trainato con una cintola di salvataggio detta torpedo
·         Nuoto con Ostacoli, dove si simula la presenza di ostacoli durante una nuotata
·         Staffetta con Manichino, dove gli staffettisti si passano un manichino come testimone
·         Staffetta con Ostacoli, l’equivalente della gara individuale
·         Staffetta Mista, combinata di nuoto, nuoto con le pinne e traino della vittima.
A mare avremo invece le seguenti prove:
·         Gara nel Frangente, percorso di nuoto di 300 metri (esiste anche la variante a squadre)
·         Gara con la Tavola, dove i concorrenti si servono di una tavola di salvataggio
·         Corsa Nuoto Corsa, ovvero 150 metri per tratta
·         Bandierine sulla Spiaggia, gara di corsa che testa i riflessi ad un pericolo imminente
·         Gara con la Canoa, percorso di 800 metri sullo Ski Race (canoa a pedali)
·         Staffetta con la Tavola, dove i concorrenti si passano la tavola come testimone
·         Salvataggio con la Tavola, dove un nuotatore viene recuperato con una tavola di salvataggio
·         Staffetta con Torpedo, dove un nuotatore viene recuperato e trainato con il torpedo
·         Staffetta Oceanman/Oceanwoman/Oceanica, combinate di corsa, nuoto, tavola e canoa
Siamo certi che lo spettacolo non mancherà, e quindi siete tutti invitati ad assistere.

Andrea Longobardo




mercoledì 1 maggio 2013

Iscritti Auras Rescue Nazionale Master

RESCUE NAZIONALE MASTER
N.ATLETA (Iscrizioni atleta/Iscrizioni totali)GARATEMPOVASCA/CRONO
1
A.S.D. AURAS ISCHIA-
-
-
-
1 / 1
Staffetta ostacoli
N.T.
-
-
2 / 2
Staffetta manichino
N.T.
-
-
3 / 3
Staffetta mista
N.T.
-
-
4 / 4
Surf Teams Race
N.T.
-
-
5 / 5
OceanMan/OceanWoman Relay
N.T.
-
-
6 / 6
Board Relay
N.T.
-
2
BARBIERI MARIAFRANCESCA-
-
-
-
1 / 7
Nuoto ostacoli mt.100
N.T.
-
-
2 / 8
Trasporto manichino
01.02.40
50mt. / M
-
3 / 9
Manichino pinne mt.50
00.49.80
50mt. / M
-
4 / 10
Gara nel frangente
N.T.
-
-
5 / 11
Corsa-nuoto-corsa
N.T.
-
-
6 / 12
Gara con tavola
N.T.
-
3
BARBIERI RAFFAELLA-
-
-
-
1 / 13
Corsa-nuoto-corsa
N.T.
-
-
2 / 14
Gara nel frangente
N.T.
-
-
3 / 15
Nuoto ostacoli mt.100
N.T.
-
-
4 / 16
Trasporto manichino
N.T.
-
-
5 / 17
Manichino pinne mt.50
N.T.
-
-
6 / 18
Gara con tavola
N.T.
-
4
DE VITO MANUELA-
-
-
-
1 / 19
Gara nel frangente
N.T.
-
-
2 / 20
Gara con tavola
N.T.
-
-
3 / 21
Trasporto manichino
01.09.70
50mt. / M
-
4 / 22
Manichino pinne mt.50
01.00.20
50mt. / M
5
IMPAGLIAZZO MARIALUISA-
-
-
-
1 / 23
Nuoto ostacoli mt.100
N.T.
-
-
2 / 24
Trasporto manichino
N.T.
-
-
3 / 25
Manichino pinne mt.50
N.T.
-
-
4 / 26
Gara nel frangente
N.T.
-
-
5 / 27
Gara con tavola
N.T.
-
-
6 / 28
Bandierine sulla spiaggia
N.T.
-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...