lunedì 6 maggio 2013

UN’ISOLA PER I LIFEGUARD


UN’ISOLA PER I LIFEGUARD
L’11 ed il 12 maggio ottavo appuntamento per il Trofeo Nazionale di Salvamento

Il Nuoto per Salvamento è un’attività nata a fine Ottocento, inizialmente solo a scopo didattico e sociale.
Il fine era quello di promuovere le tecniche di salvataggio in acqua, che si tratti di piscina, acque interne o mare. Sotto l’organizzazione della FISAL (Federazione Italiana di Salvamento) prima e della FIN (Federazione Italiana Nuoto) poi, all’attività dimostrativa si è affiancata con il tempo anche quella agonistica, che ha avuto negli anni un ruolo sempre più preponderante.
E così oggi abbiamo i Campionati Italiani di Salvamento, quelli Europei e quelli Mondiali. L’Italia è tra le nazioni più competitive al mondo in questo sport. Nelle gare in piscina, gli atleti italiani sono da anni i più temibili, mentre nelle competizioni a mare sentiamo ancora la superiorità di australiani, neozelandesi, francesi e inglesi.
Dal 2006, anche l’isola di Ischia ha un suo ruolo nel Salvamento italiano, con l’organizzazione di una manifestazione nazionale, che con il tempo si è allargata, sia in termini di atleti partecipanti, sia in termini di prestigio, sia in termini di numero di eventi.
Anche quest’anno si attende un’edizione da record. Grazie al patrocinio dei comuni di Ischia e Forio, all’organizzazione dell’Auras Ischia, nella persona di Carlo Picconi, ed all’ospitalità del Duca Fulceri Camerini nel suo stabilimento “Negombo” e della Piscina Comunale di Ischia, l’11 ed il 12 maggio si terranno le seguenti manifestazioni:
·         Rescue Nazionale Master – campionato italiano destinato agli atleti over 25
·         Trofeo Nazionale Isola d’Ischia – manifestazione a carattere nazionale per gli agonisti
·         Campionato Regionale di Salvamento Assoluto e di Categoria
·         Memorial “Nello Picconi” – una combinata tra gare agonisti e gare over 25
Le iscrizioni sono in fase di ultimazione, ma da qualche indiscrezione già possiamo dare per certa la partecipazione di Francesco Felaco, atleta del CN Posillipo, reduce da un bronzo ai Campionati Italiani.
Già stilato invece il programma gare, che prevede le seguenti prove. In piscina:
·         Trasporto del Manichino, dove il concorrente recupera un manichino e lo porta in salvo
·         Trasporto del Manichino con Pinne, dove il concorrente si avvale appunto delle pinne
·         Traino del Manichino, dove il manichino è trainato con una cintola di salvataggio detta torpedo
·         Nuoto con Ostacoli, dove si simula la presenza di ostacoli durante una nuotata
·         Staffetta con Manichino, dove gli staffettisti si passano un manichino come testimone
·         Staffetta con Ostacoli, l’equivalente della gara individuale
·         Staffetta Mista, combinata di nuoto, nuoto con le pinne e traino della vittima.
A mare avremo invece le seguenti prove:
·         Gara nel Frangente, percorso di nuoto di 300 metri (esiste anche la variante a squadre)
·         Gara con la Tavola, dove i concorrenti si servono di una tavola di salvataggio
·         Corsa Nuoto Corsa, ovvero 150 metri per tratta
·         Bandierine sulla Spiaggia, gara di corsa che testa i riflessi ad un pericolo imminente
·         Gara con la Canoa, percorso di 800 metri sullo Ski Race (canoa a pedali)
·         Staffetta con la Tavola, dove i concorrenti si passano la tavola come testimone
·         Salvataggio con la Tavola, dove un nuotatore viene recuperato con una tavola di salvataggio
·         Staffetta con Torpedo, dove un nuotatore viene recuperato e trainato con il torpedo
·         Staffetta Oceanman/Oceanwoman/Oceanica, combinate di corsa, nuoto, tavola e canoa
Siamo certi che lo spettacolo non mancherà, e quindi siete tutti invitati ad assistere.

Andrea Longobardo




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...