venerdì 5 luglio 2013

Santangelo e Perrella VICE CAMPIONI ITALIANI!!!!!

Nei giorni dal 30 giugno al 2 luglio a Ravenna e a Cervia si sono svolti i campionati italiani assoluti di salvamento denominati “Rescue”. Questa manifestazione è il capitolo finale della stagione agonistica, che comprende in soli 3 giorni tutte le prove sia in piscina che a mare. La manifestazione, a cui potevano partecipare solo le società qualificatesi precedentemente, si è conclusa con l'assegnazione dei titoli italiani assoluti e dello "Scudetto nazionale per società". Sebbene le gare in piscina e le altre prove in mare siano andate più che bene, la gara in cui gli aurassini si sono contraddistinti, è stata la staffetta "Salvataggio Tavola". Questa prova,è costituita da una frazione a nuoto,effettuata dal primo staffettista che toccando una boa posta a 120m da riva, da il via al secondo staffettista che con la tavola lo raggiunge per poi tornare insieme con la tavola. Già lo scorso anno gli aurassini Santangelo Stanislao e Perrella Filippo sfiorarono la finale A (primi 8 classificati), e vincendo la finale B si classificarono al 9° posto assoluto con non poco rammarico.
Dunque, dopo la prova dello scorso anno i nostri due Isolani, si sono concentrati molto in questa gara, in particolare negli allenamenti; infatti appena conclusi gli impegni scolastici, Santangelo, ha subito iniziato,in quanto primo frazionista, ad effettuare due sedute di allenamento di nuoto al giorno più tre sedute in palestra a settimana per migliorare la nuotata ed aumentarne la potenza. Invece Perrella si è impegnato in dure sessioni di allenamento con la Tavola, che effettuava, con grande forza d’animo, alle sette del mattino per via degli studi universitari. Oltre gli allenamenti individuali i due isolani nelle ultime due settimane si sono concentrati molto nel migliorare l’affinità e la sincronia sulla tavola, studiando tecniche e trucchi per evitare ogni errore e perdita di tempo. Inutile dire che anche fuori dalle competizioni i due ragazzi, nonostante la differenza di età, sono molto amici,fattore molto importante nelle prove di staffetta dove l’intesa fra gli staffettisti è parte fondamentale per la buona riuscita della prova. Questa gara è da sempre una delle staffette più dure del salvamento,in quanto richiede buon equilibrio sulla tavola in due, e le due frazioni individuali devono essere comunque di altissimo livello; è naturale dunque, che gli allenatori schierino atleti di grande qualità fisiche e tecniche; Fin dalle eliminatorie, i due aurassini si sono trovati di fronte le due squadre favorite per il podio: la Polizia di Stato (fiamme oro) plurimedagliata in questa prova e la sportiva Sturla squadra Genovese, tra le prime in Italia. Come al solito gli avversari dei nostri aurassini erano molto più grossi di loro, due dei quali della Nazionale. Tra i finalisti Santangelo era anche il più piccolo a prender parte alla prova.
Ciò nonostante,il D.T. Picconi consapevole del valore dei sui atleti, consiglia a Santangelo di affrontare la sua frazione con rabbia e determinazione, e, di fondamentale importanza, era arrivare sulla boa nelle prime due posizioni per puntare alla finale A. Stany sfruttando la scia di Simone Procaccia atleta della Polizia, campione del mondo ed ex primatista mondiale nella prova manichino con pinne, riesce ad arrivare a pochi secondi, ottenendo la agognata seconda posizione che sarà mantenuta anche da Perrella. Quindi Auras e Fiamme Oro in finale mentre Sturla, a podio due anni fa e quarta l’anno scorso, eliminata. Nella finale bisognava dare il massimo e non lasciarsi condizionare dalle qualità degli avversari. Bastava guardare lo sguardo dei due per capire che erano carichi e che avrebbero “sputato sangue” per ottenere l’obbiettivo tanto sognato.
Nonostante una corrente ed onde difficilissime, la stanchezza per le numerose gare effettuate durante la giornata, Stani riesce a non perdere molto sui suoi avversari, tra cui vi era anche Daniele Sanna ,uno dei nuotatori più forti in Italia. Vedendo la mano alzata del compagno Filippo parte per la sua frazione a tavola e in poco tempo riesce a recuperare un paio di posizioni, accorciando lo svantaggio sugli altri. Dopo una salita rapidissima di Stani alla boa, i due atleti sono partiti a tutta velocità verso l’arrivo sulla spiaggia, e con grande abilità e sfruttando ogni aiuto offertogli dal mare sono arrivati a terra, in seconda posizione ad un passo dai primi, tra le urla interminabili di Picconi,dei compagni di squadra e degli atleti amici di tutta la Campania.
Secondo posto Italiano per i nostri Isolani ,la Polizia è battuta, l’unica squadra in grado di stare avanti al duo blu-celeste è la “Rane Rosse” squadra composta da professionisti di questo sport e seconda ai recenti Campionati del Mondo svoltisi ad Adelaide in Australia.
Cosi l’Auras porta l’Isola d’Ischia per la terza volta sul podio agli Assoluti di salvamento: nel 2007 bronzo di Sarah Buono nella gara con canoa, nel 2010 sempre bronzo per Perrella nella gara con canoa, mentre quest’anno a sorprendere tutti è stato il duo Santangelo-Perrella con l’argento conquistato nella staffetta salvataggio tavola. A breve il resoconto delle altre gare e i commenti dei protagonisti.
Santangelo-Perrella (Auras), Sanna-Lentini (Rane Rosse), Procaccia-Ferrua (Fiamme Oro)
Filippo Perrella e Stani Santangelo

I due aurassini insieme al dt Carlo Picconi



i video della gara:
la Finale:


le eliminatorie:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...